EAP project                     
     Experimental and Alternative Photography  

Documento senza titolo
  Silvano Peroni Biografia        
 

La fotografia è, per me, mezzo espressivo e valvola di sfogo. Non solo instant ma, in parallelo e da autodidatta, dopo aver recuperato una Ferrania e una Canon, i primi rullini in bianco e nero e l’esigenza di avere il controllo di tutto il processo. Da qui l’allestimento di una camera oscura, il passaggio al colore ed alla stampa in cibacrome.
Tutto questo mi ha portato a reinterpretare lo scatto e la visione originale. Mi sono reso conto che avevo tra le mani qualcosa di bello che avrebbe aiutato ad esprimermi con un linguaggio sicuramente accattivante. La Polaroid, la fotografia istantanea, la fotografia creativa hanno giocato un ruolo fondamentale fino ad oggi. Le tecniche che più mi appartenevano erano la manipolazione attraverso incisioni e spostamenti di emulsione nei primi minuti di sviluppo ed il transfer, ovvero il trasferimento dell’immagine dal suo supporto originale ad un foglio di carta cotone nobile. La partecipazione a concorsi nazionali e le relative ammissioni e riconoscimenti mi hanno aiutato a crescere.
Quello che produco è una fotografia riflessiva, quasi gestuale. Per ogni scatto c’è un progetto, un desiderio ed una costruzione. Nulla è lasciato al caso, per ogni immagine realizzata è necessaria una serie di passaggi in successione, elaborazioni manuali, interventi di coloritura, più esposizioni ed ogni modifica deve restituire il peso di una scelta ancora più consapevole ed ancor più determinata. Il risultato di una serie di stratificazioni concettuali, intese come propri progetti visivi. Nel 2008 la Polaroid chiuse e fortunatamente, qualche anno dopo, nacque la Impossible Project che reinventava la fotografia istantanea dopo circa 70 anni dall’invenzione di Edwid Land. Inizialmente non fu altrettanto affidabile.
I difetti di sviluppo e la completa perdita di immagine portarono gli appassionati del genere a defilarsi dal nuovo marchio. Intuendo che era un prodotto prettamente artistico, ho creduto nella potenzialità del prodotto, prendendo accorgimenti e valorizzandone i difetti.
Da subito “pioneer”, sempre in trasferte, viaggi nei vari Photoshop di Milano e Roma, i primi corsi e workshop come docente, mostre in alcune capitali europee e poi, successivamente, in Italia, mi hanno dato grandi soddisfazioni. Posso dire di essere stato tra i primi, assieme a pochi amici, ad introdurre queste tecniche manipolatorie (multi layers, incision, lift off, lift off a mosaico, trasparences, craquele, manipulation) che ora sono a disposizione di nuovi e/o reinventati docenti che inizialmente si erano defilati, schifati.



Silvano Peroni
polafoto.silvano@gmail.com
Silvano Peroni
Boxgallery Photo Instant Via Fiume, 12 - 25068 Sarezzo (BS) Italy
+39 347 8318339 (Mobile)

   
             

         
    SITO WEB NOTE LEGALI    
 
  Su di noi Cookie Policy Photographic Association of America
N. 2715
  Newsletter Privacy Policy
  Diventa socio  

         
© 2020 - EAP project - Via Palazzine 11 Villafranca di Verona (Verona) Italy - IT04671400237